. Nazi Lauck NSDAP-AO Italiana Bollettino 103 . . .

Nazi Lauck NSDAP/AO

Bollettino Novità NS

della NSDAP/AO - Internet-Edizione italiana

Numero 103/12 Primavera 2000 (111)

L’abbonamento a Bollettino Novità NS è di 60.000 lira per 12 numeri. Tutte le maggiori valute europee sono accettate. Verrà pubblicato su base irregolare. (Le varie edizioni possono apparire in differenti periodi e il loro contenuto pu6 variare.) Se possibile, corrispondere in tedesco o inglese per una veloce risposta.

Volontari sono attualmente cercati in varie nazioni. La conoscenza del tedesco o dell-inglese può venire utile per la traduzione di una pubblicazione della NSDAP/AO su base regolare.

La NSDAP/AO pubblica dieci giornali. Su richiesta sarà mandata una copia di uno di questi giornali. (Ogni giornale contiene un elenco di libri, bandiere, spille, fascie da braccio, cassette, posters e vario materiale di propaganda ecc.) per contatti:

NSDAP/AO, P.O. Box 6414, Lincoln, NE 68506 USA. www.nazi-lauck-nsdapao.com

Adolf Hitler

leader del sacrificio personale

di Michael Storm

Adolf Hitler - Il più grande uomo del Millennio !

Il NazionalSocialismo, come ogni movimento rivoluzionario, è alimentato dal sacrificio personale. Il nostro movimento è unico in questo perché non solo il nostro capo fu un esempio di sacrificio personale durante la lotta per il potere, ma durante la sua intera vita. Quando Hitler era solo un giovane uomo rese beneficiaria la sua sorella più giovane, Paula, della sua pensione di orfano, e quindi si ingegnò da solo per sopravvivere in un mondo ostile dove il pane quotidiano era da guadagnare faticosamente. Questo precoce esempio di mettere i bisogni degli altri davanti ai suoi fu costante nella sua vita. Durante la Prima Guerra Mondiale, Hitler dimostrò tutta la forza del soldato semplice.

Il suo reggimento fu decimato al fronte. Nonostante le forze mancassero, ad ogni uomo fu chiesto di dare di più. Nessuno fece più di Hitler. Costantemente si diede volontario per lavori extra, svolgendo i compiti più rischiosi, e dozzine di volte mancò la morte per un soffio. Fu come se con la sua sola volontà potesse portare la Germania alla vittoria. Quando fu tempo per lui di riposarsi meritatamente o congedarsi, rifiutò e ne diede invece la possibilità ad un uomo sposato così che potesse passare del tempo a casa con la famiglia.

Dopo la pugnalata alla schiena e l’umiliante sconfitta tedesca, Hitler giurò di dedicare il resto della sua vita a rendere grande la Germania e rovesciare il malefico trattato di Versailles.

Durante questi anni di battaglia, conobbe privazioni anche più grandi di quelle patite in gioventù. Il suo guardaroba personale era così misero che un membro del partito dovette donargli un vestito così che il Führer potesse incontrare i grandi industriali. Non solo egli visse umilmente così che ogni marco potesse servire alla battaglia, ma dovette anche abbandonare il suo sogno di diventare (come pensava all’epoca) un artista o un architetto. Miglioramenti materiali non furono gli unici sacrifici che il partito domandò al suo leader. Hitler spesso si lamentava che non poteva gioire di una sua famiglia, perché non poteva sposarsi dal momento che era già sposato all’intera Germania. Ancora peggio, lui sapeva che non avrebbe mai conosciuto la gioia della paternità, perché sarebbe stato ingiusto verso i suoi figli; il peso di seguirlo sui suoi passi sarebbe stato troppo grande per loro.

Quando la guerra infuriava sulla Germania, il Führer dovette abbandonare il suo sogno di ricostruire le sue città. Quindi posò la sua uniforme e si rifiutò di riprenderla finchè la vittoria non sarebbe stata raggiunta. Lavorava giorno e notte, e aveva sempre più da fare. Il suo quartier generale, la "tana del lupo" a Rastenburg, era seppellito in una foresta paludosa, troppo calda d’estate e troppo fredda d’inverno. Il suo staff lo considerava un assegnamento sfortunato, e non vedevano l’ora di essere riassegnati a Parigi o Berlino, lasciando il Führer indietro a faticare per la Germania senza divertimenti, luci luminose o il dolce frutto della vittoria.

Nel bunker nella primavera del ’45, Hitler si allontanò furtivamente dalle conferenze militari per pochi minuti per ammirare i modelli delle splendide città nazionalsocialiste che aveva sognato di costruire dopo la guerra, sapendo troppo bene che non lo avrebbe fatto durante la vita.

Quando le bombe sovietiche iniziarono a cadere sulle città, disse al generale delle waffen SS Leon Degrelle che se avesse avuto un figlio, avrebbe voluto che gli somigliasse, ma che avrebbe dovuto salvarsi la vita con il colonnello Hens-Ulrich Rudel, così che avrebbero ispirato la futura gioventù tedesca con il loro eroismo. Il Führer disse che voleva compiere l’ultimo sacrificio per la Germania e non scappare, ma combattere il nemico fino alla fine e quindi privare i capitalisti e i bolscevichi del loro ebraico piacere di non solo metterlo sotto processo, ma anche mutilarlo, e così combatté finchè gli "Untermenschen" furono a soli pochi metri, e poi salì fino al Valhalla.

Adolf Hitler fu un uomo che sacrificò se stesso, la sua intera vita, per la sua gente. La grande virtù è una caratteristica intrinseca del Nazional Socialismo, come il sacrificio individuale per il bene superiore. E’ per questo che un solo NS è migliore di 100 democratici o repubblicani, Questo è ciò che ci rende così forti e temuti.

Come un giovane fante, io ero solito lavorare 48h la settimana nella fabbrica locale, donare la mia intera paga al partito, pulire la sede, equipaggiare la tavola, raccogliere firme alle petizioni, cuocere biscotti, fare interviste in televisione e ogni tanto trovare un po’ di divertimento in battaglie di strada con la feccia della terra.

La maggior parte dei NS "festivi" erano difficili da trovare quand’era tempo di lavorare o dare del denaro. Non sorprendentemente sono stati tutti sradicati non da condanne a morte o bombe, ma dalla loro mancanza di convinzione. Volevano partecipare e rubare gloria dal lavoro degli altri camerati.

Questi fannulloni lasciarono in fretta il partito, e ogni volta che lo fecero, ci resero più forti.

Paragonati ai sacrifici del Führer, il mio denaro, sudore e sangue è un’offerta misera. Comunque, il nostro movimento è pieno oggi di camerati i cui sacrifici li rendono eroi: veri nazionalsocialisti come Reinhard Sonntag, che diede la vita solo pochi anni fa, e Gottfried Kussel, che è stato in carcere più di due anni (e lo aspettano altri otto) come i molti di più che, per ragioni di sicurezza, non possono essere nominati, ma senza i quali oggi non potresti tenere in mano questo bollettino e leggere questo articolo.

Noi NS giudichiamo un uomo o una donna tali solo con una dimostrazione di forza, questo in quanto loro si sacrificano per la vittoria.

Quanto astuti sono (o pensano di essere), quanto sono ricchi, quanto grandi lottatori pretendono di essere, o quanta birra bevano, tutto ciò non vuol dire nulla... solo quanto una persona dona di se stessa!

Ognuno di noi - tu e io inclusi- deve chiedersi questa cosa essenziale!

HeilHitler!

Noi vogliamo ringraziare il camerata Michael Storm del ramo americano del NSDAP/AO per il suo articolo carico di ispirazione ! - l’Editore

EINSTEIN: "L’uomo del secolo" o "l’uomo che non fu" !?!

Nel dicembre ’99 la rivista Time promosse Albert Einstein come Uomo del Secolo. Questo non sorprende visto che entrambi sono ebrei!

Comunque, è da ricordare che il contributo di Einstein all’umanità fu di portare all’olocausto atomico di Hiroshima e Nagasaki (bombe che furono progettate per le città tedesche) insieme ai suoi colleghi ebrei Leo Szilard (Spitz), Edward Teller, Eugene (Jeno) Wigner, e Robert Oppenheimer; e il conseguente inquinamento ambientale dovuto all’industria nucleare.

Qui c’è qualche fatto che hanno dimenticato di dire quando crearono il mito di questa sorta di esempio per l’umanità.

Einstein, bolscevico e sionista, che andava molto male a scuola, prese molte delle sue idee dagli altri, inclusa sua moglie Mileva Marie, sua compagna di classe serba al Politecnico di Zurigo, che sposò nel 1903. In ogni caso, per opportunismo, E. divorziò da Marie nel 1919, l’anno in cui acquisì fama dopo che una spedizione inglese in occasione di un’eclissi verificò alcune delle sue supposizioni.

Si vede la verità su Einstein, che è stato immeritatamente considerato "il più grande genio del XXsec.". gli storici hanno sempre creduto che David Hilbert, un matematico tedesco, scoprì le corrette equazioni della relatività generale prima di E, che copiò delle equazioni cruciali. In più, l’equazione "E=m*c al quadrato" che portò nell’era atomica, fu scoperta da Olinto DePretto e pubblicata nel 1903. E. usò l’ingegno di DePretto nel 1905, ma il seguito non fu accreditato!

Il suo carattere contraddittorio ed ombroso fu dimostrato quando il pubblicizzato pacifista Einstein divenne una figure di spicco nel promuovere una guerra americana contro la Germania e segretamente creò la bomba atomica!

E riguardo la vita privata di quest’uomo, dipinto come dolce figura paterna e professore matto? E. fu un donnaiolo infedele alle sue 2 mogli, estraneo ai suoi figli, ed ebbe una figlia illegittima. Quelli interessati ai fatti nascosti e sordidi leggano "La vita privata di Albert Einstein" (New York, 1994) di Highfield e Carter. Questo poco lusinghiero ritratto di Einstein espone le emozioni distruttive che guidarono la sua personalità e il disordine totale che fece della sua vita privata.

Queste le caratteristiche di questo "uomo del secolo"!

Ma come è stato nominato Einstein? Considerate il seguito! Nel 1998 il Time iniziò il suo "Time 100 Poll"-sondaggio sull’ "Uomo del Secolo" che influenzò le menti di milioni di persone. Gesù fu votato n.1, e il leader NS tedesco Adolf Hitler n.2. Comunque Gesù fu eliminato perché non visse nel XX sec., lasciando Hitler al primo posto.

La prospettiva di lasciarlo diventare uomo del secolo era intollerabile! I media controllati dagli ebrei hanno speso i 60 anni passati a costruire la storia dell’olocausto e demonizzare Hitler. Trasferirono su di lui i crimini bestiali perpetrati dai loro fratelli comunisti in unione sovietica. Fecero di tutto per sopprimere la verità che Hitler mise la sua gente al di sopra di tutto. Non è concesso sentire dei suoi risultati positivi nel capeggiare un governo fatto di azioni, non parole: in 6 anni 6 milioni di disoccupati divennero 1 milione di posti vacanti (la maggior parte prima del riarmamento), la povertà fu eliminata, fu raggiunta un’enorme crescita nel tenore di vita, furono costruite 300000 nuove abitazioni, e furono lanciati nuovi progetti per il benessere sociale e la sanità (per es. più dottori ed infermiere); ci furono grandi progressi nella produttività industriale, educazione e cultura; e i tassi di criminalità furono abbassati drasticamente... Cerca di trovare una lista di risultati positivi nei tuoi libri di storia! Se non riesci a trovarli, chiediti perché circa 80 milioni di persone votarono Hitler più volte, o perché durante la Seconda guerra Mondiale più di un milione di stranieri scelsero volontariamente di combattere per lui, anche i suoi vecchi nemici. I miti della propaganda non reggono!

In ogni caso, il prospetto fu abbastanza per incitare i gruppi ebraici all’azione e loro misero l’assassinato primo ministro di israele Yitzhak Rabin al primo posto nella lista, un nessuno che non era nemmeno nei primi 20. Lasciando passare un po’ di tempo ed ignorando le scelte della gente, un gruppo selezionato scelse un altro ebreo, Albert Einstein.

PRIMA MARCIA ATTRAVERSO LA PORTA DI BRANDEBURGO!

Il 30 gennaio 800 nazionalisti e nazionalsocialisti hanno marciato attraverso la porta di Brandeburgo a Berlino per la prima volta dal 1945! Questa marcia era parte di una protesta contro il diffamatorio schedario alla memoria dell’Olobeffa da costruire nell’occupato capitolo del Reich. Lo stesso giorno 150 nazionalisti hanno dimostrato di fronte alla casa del precedente cancelliere Helmut Kohl ad Oggersheim.

Una conferenza internazionale sull’Olobeffa è stata indetta a Stoccolma più o meno gli stessi giorni, dove il risorgere del NazionalSocialismo è stato paventato.

BENVENUTI NELLA

CITTA’ DI "SWASTIKA"!

Se mai ci fu un posto effettivamente chiamato come l’antico simbolo della nostra Razza Bianca, si può pensare che fosse situato nella Germania NS. E’ storia che ci fu una città che davvero portò quel nome per la prima metà del XX sec. Ma non si trovava nel Terzo Reich. Abbastanza stranamente, il villaggio di Swastika nacque come comunità mineraria prima del 1906 vicino al lago Kirkland nell’Ontario del nord, Canada. Chi scelse il nome e perché sono questioni perse nel tempo. Quello che è certo è che la popolazione crebbe a 10000 abitanti nella metà del 1930. Fu allora che le autorità del Canada iniziarono a premere sugli abitanti di Swastika per cambiare il controverso nome. Rifiutarono.

Molti, forse la maggior parte di loro erano apertamente a favore di Hitler e parte del movimento nazionalfascista di Avery Brundage. Altri, che erano al massimo moderatamente nazionalsocialisti, usarono il tentativo del governo di cambiare nome alla loro città come modo per esprimere il loro disprezzo per i truffatori liberal-conservatori dominati dagli Ebrei che portarono la loro civiltà alla Grande Depressione.

Come riporta l’unico scrittore moderno sulla controversia, "dopo che scoppiò la seconda guerra mondiale, il premier dell’Ontario, Mitch Hepburn, decise che il nome era antipatriottico, così esercitò pressioni politiche per cambiare il nome dell’ufficio postale in Winston in onore del leader bellico inglese, Winston Churchill. Ma gli abitanti di Swastika la pensavano diversamente, e in una riunione pubblica il 13 settembre 1940 resistettero al cambiamento." Incredibilmente, il nome resistette a quella guerra fratricida. Ma gli odiatori della nostra Razza Bianca non si arresero. Temendo un rinnovamento popolare di autocoscienza razziale durante la cosiddetta "Era McCarrthy", quando traditori ebrei comunisti vennero espulsi dai circoli governativi nella metà degli anni ’50, una compagnia ebraica (Leavitt Corporation) comprò la piccola città di Swastika e immediatamente cambiò il nome originale.

La nostra storia termina qui, eccetto che per un fatto curioso, una coincidenza (?) che può, dopotutto, connettere il villaggio canadese ad Adolf Hitler, anche se tenuemente. Mentre il futuro leader era un umile soldato durante la prima guerra mondiale, Lord Redesdale abitava in una casupola di legno a Swastika. Lui fu il padre di Unity Mitford, la splendida nazionalsocialista e devota amica personale di Hitler, che dedicò la sua vita a prevenire la guerra tra Inghilterra e Germania. Provò di essere la prima vittima di quel conflitto suicida. Oppressa da visioni sull’inevitabile catastrofe della civiltà occidentale, diede la sua stessa vita. Quello che, comunque, suo padre le disse circa i suoi anni nella Swastika canadese non è giunto fino a noi. Meno che mezzo capito, più intuito, quasi un tema mistico sembra come in qualche modo si sposta dalla lontana città del nord col suo sacro nome nella storia del nostro sforzo. In ogni caso, I nazionalsocialisti canadesi hanno una piccola ragione in più di essere fieri della loro eredità dell’Ontario!

Di A.V. Schaerffenberg

Fonti :

Colombo, John Robert, Mysterious Canada, Strange Sights, Extraordinary Events , and peculiar Places, Doubleday Canada Ltd., Toronto, 1989, pagina 240.

NEWS DEL MOVIMENTO

SOLIDARIETA’ GLOBALE PER GERHARD LAUCK

Il precedente ambasciatore del Cile in Austria (dal 1964 al ’70) Miguel Serrano ha spedito una lettera di protesta formale contro l’ultima incriminazione di G.L. all’ambasciata degli Stati Uniti a Santiago. E’ stata spedita dal suo segretario personale il 26 novembre ( a Lauck aspettano un massimo di 5 anni di prigione e/o 10000 dollari per aver rifiutato di essere criminalizzato per aver praticato la libertà di parola). Dall’altra parte del globo, il Partito NazionalSocialista giapponese dei lavoratori (NSJAP) ha indetto una dimostrazione di protesta di fronte all’ambasciata americana di Tokyo il 5 dicembre. Il primo fax dal Giappone finiva con le parole AXIS FOREVER!

Unità Nazionale Russa (RNE) ha programmato una dimostrazione di solidarietà di fronte all’ambasciata americana a Mosca, ma è stata fermata dalla polizia. L’RNE ha spedito una lettera di protesta contro l’incriminazione di Lauck all’ambasciata americana.

Negli USA, The Spotlight ha immediatamente riportato l’arresto di Lauck e il Dr. Pierce ha dato spazio al caso nella sua programmazione su National Alliance del 13 novembre.

Spedite donazioni a: Gerhard Lauck Defense Fund, NSDAP/AO, PO Box 6414, Lincoln, NE 68506 USA

I nostri camerati giapponesi dell’ NSJAP protestano di fronte all’ambasciata degli Stati Uniti di Tokyo contro l’ultima imputazione di Lauck.

ARRESTATO JONNI HANSEN!

Jonni Hansen, capo del Movimento NazionalSocialista danese (DNSB)- un’importante organizzazione sorella del NSDAP/AO- è stato arrestato il 21 dicembre. Lo aspetta una sentenza di 4 anni di prigione- per essersi difeso!

Ciò che è accaduto...

Quando la sua macchina si fermò di fronte alla sede del DNSB a Greve, fu immediatamente circondato da 20 o 30 comunisti armati di barre di ferro, catene e una sega. (apparentemente, avevano progettato di attaccare il recinto di legno. Prima, avevano lanciato molotov contro la sede e cercato di avvelenare il cane da guardia.) da solo nell’auto, fece l’unica cosa da fare - guidò, inevitabilmente verso i rossi, di cui sei finirono all’ospedale.

Speditegli lettere di solidarietà: Jonni Hansen, Prisoner Number 4860-99, Vestre Faengsel, Vigerslev Alòee 1 D, DK-2450 Copenaghen SV, Denmark

SOLIDARIETA’ TEDESCO-DANESE

"La vita è diventata impossibile qui a Flensburg per i cittadini normali. I sinistroidi si sono creati un habitat. Usano violenza fisica contro chiunque sia in disaccordo con loro, anche contro donne e bambini. La polizia non fa niente." L’uomo del posto ha finito con lo spiegare la situazione ai forestieri venuti per aiutarli. Questi includevano nazionalisti tedeschi e i nostri camerati danesi del DNSB, venuti da Copenaghen per resistere al fianco dei loro fratelli di razza contro il nemico comune.

La marcia di protesta nazionalista è stata salutata da una pioggia di pietre dalla feccia rossa. Un giovane uomo, colpito, è caduto a terra. I suoi camerati subito lo rimisero i piedi. "dobbiamo andare avanti!".

"Dobbiamo andare avanti!" divenne il grido del raduno. Solo coloro che erano presenti e videro le loro facce possono apprezzare la determinazione. Gli spettatori più vecchi videro ciò una volta, negli anni venti e trenta. Sorrisero e fecero segni con le mani.

Una nuova generazione, abiti diversi, ma lo stesso spirito!

Sieg Heil!

"PUBBLICITA’ GRATUITA" IN SVEZIA

Quattro importanti giornali svedesi apparentemente hanno deciso di supportare il NS pubblicando i nomi, gli indirizzi e le foto di circa 60 camerati in Svezia. Ovviamente, immaginavano che splendide donne svedesi sarebbero state attratte da questi bei ragazzi e alzeranno gli iscritti. Il Fronte nazional-socialista (NSF) ha mostrato la sua gratitudine pubblicando i nomi e le foto (ma non gli indirizzi) dei quattro editori.

Temendo una crescita di massa del NS, l’ambasciata svedese ha fatto pressioni sull’host americano per rimuovere il sito web del NSF/Motstand.

NUOVO SITO WEB NSDAP/AO

L’NSDAP/AO ha lanciato il suo primo sito col nome di dominio il 20 gennaio al http://www.nazi-lauck-nsdapao.com. Questo è il sito web primario. E’ già in 11 lingue ed ha circa 100 pagine individuali.

PRIMO NUMERO FINLANDESE

La prima pubblicazione dell’ NSDAP/AO del millennio è stato il primo numero in lingua finlandese del Bollettino Novità NS . Grazie ai nostri camerati finlandesi! Insieme siamo forti!

Il nuovo bollettino finnico dell’NSDAP/AO

GLI UNGHERESI SUPPORTANO HAIDER

Il 13 febbraio più di 1000 nazionalisti hanno indetto una dimostrazione di solidarietà per Jorg Haider di fronte all’ambasciata austriaca a Budapest. La dimostrazione è stata organizzata dalla branca giovanile del partito nazionalista ungherese di giustizia e vita (MJEP). Il MJEP è guidato dall’ex-commediografo Istvan Csurka. Ha 12 seggi nel parlamento ungherese.

RADIO NAZI AD ONDE CORTE

Un camerata di New York discute di politica con la sua potente radio ad onde corte ogni domenica mattina dalle 9:45. Banda 20 metri, frequenza 14.340, segnale KB2QG11. Parla in inglese e tedesco.

RADIO NAZIONALISTA IN CANADA

Ascolta "Radio free Canada" ogni martedì alle 16:00 su una radio ad onde corte WBCQ, 7,415 kHz, co-sponsorizzata dal Partito Nazionalista del Canada.

MUORE ALLEN VINCENT

Allen Vincent, uno degli ultimi attivisti dell’era Rockwell, è morto. Le sue decadi di attivismo NS mai rallentato dice più sulla sua lealtà e dedizione di qualunque elogio. Nel 1976 dimostrò di fronte ad una prigione tedesca per il primo arresto politico di Lauck. Ora riposa col comandante Rockwell nel Valhalla.

PETIZIONE CIVILE CONTRO GLI EBREI

Una petizione civile è stata archiviata nella corte federale a New York contro il centro medico VA di Manhattan per la violazione dei diritti civili dei cristiani per aver rifiutato di esporre la scena della natività cristiana durante i giorni santi, ma di aver invece sistemato il menorah e la stella di davide per tutto l’ospedale.

L’INGIUSTIZIA REGNA IN GERMANIA

nella notte del 27/28 ottobre i rossi - che più tardi hanno informato del loro crimine per telefono- hanno bombardato la casa del patriota tedesco Thorsten Heise. Lui e il suo figlioletto di 4 anni sono stati ricoverati all’ospedale per aver inalato fumo. Quando i patrioti hanno annunciato una dimostrazione anti-violenza, le autorità non solo l’anno bandita - sono andati così lontano da arrestare Thorsten, secondo loro "custodia preventiva"!!!

AZIONE DI AVVISO AI VIAGGIATORI NEL MAINE

Centinaia di volantini TRAVELLERS ALERT sono stati distribuiti nell’aeroporto internazionale di Portland -dentro pubblicazioni gratuite. I media locali hanno anche menzionato il recente arresto del camerata Lauck. Anche se l’unico volo internazionale è tra Portland e Montreal, molta gente prende voli di connessione per l’Europa a Boston, New York e Washington DC.

GIAPPONESE DIFFONDE LA CULTURA A BERLINO

Secondo un articolo sul numero del 23 novembre del giornale giapponese Jiji Tsushin, un uomo d’affari quarantenne è stato arrestato a Berlino per aver distribuito volantini antisemiti. Dopo tre giorni di carcere e la visita dell’ambasciatore giapponese, è stato trasferito in Giappone.

ARRESTI IN AUSTRIA

La polizia ha arrestato otto capi di un gruppo di resistenza nazionalista nell’alta Austria. Circa 70 persone sono state interrogate. Il gruppo secondo l’accusa aveva un campo di addestramento vicino al confine della repubblica Ceca.

GUARDIA REINTEGRATA

La corte suprema dello stato di New York ha confermato l’ordine di reintegrare una guardia carceraria che era stata licenziata per aver esposto una bandiera con lo swastika nella sua abitazione. Il governatore non era soddisfatto.

MORTO JACK PRINS

Il partito nazionalista del Canada riporta l’improvvisa morte di Jack Prins il 22 novembre a Toronto. Aveva 77 anni. Nato nei paesi bassi nel 1922, venne in Canada nel 1955, dove divenne una celebrità nel mondo del wrestling professionistico come "The Masked Marvel". Era un attivista da lungo tempo nel movimento razziale bianco. La sua conoscenza, esperienza, coraggio, dedizione e caldo cameratismo mancherà enormemente.

PUBBLICITA’ GRATUITA GRAZIE AL GOVERNO TEDESCO

recentemente un camerata ha visitato l’esibizione "anti-estremista" del governo in Freiburg, controllata da molti poliziotti. Il NSDAP/AO era spesso menzionato ed erano mostrate foto di Gerhard Lauck. Ovviamente, il povero commentatore non sapeva che stava parlando ad un attivista del temuto NSDAP/AO circa "il pericolo dell’estremismo di destra nella repubblica federale di Germania"!

LEGGE ANTI LIBERTA’ DI PAROLA IN MESSICO

Gli ebrei hanno ottenuto che passasse una legge "anti-odio" in Messico. Molti nazionalisti sono giornalisti ed attivisti. Hanno detto che nessuna legge può fermarli, che la lotta inizia ora ad essere combattuta in tutto il mondo, e che combatteranno fino alla vittoria finale.

IL TRADITORE E L’ASSASSINA

Il traditore Ingo Hasselbach si sta per sposare con la cittadina tedesca Debbie Milke, condannata da una corte statunitense a morte per l’assassinio di suo figlio di quattro anni, secondo un giornale tedesco. Una coppia appropriata!

Listino Prezzi

NSDAP/AO: PO Box 6414, Lincoln, NE 68506 USA www.nazi-lauck-nsdapao.com

NSDAP/AO italiana