. Nazi Lauck NSDAP-AO Italiana Bollettino 107 . . .

Nazi Lauck NSDAP/AO

Bollettino Novità NS

della NSDAP/AO - Internet-Edizione italiana

Numero 107/14 primavera 2001 (112)

L’abbonamento a Bollettino Novità NS è di 60.000 lira per 12 numeri. Tutte le maggiori valute europee sono accettate. Verrà pubblicato su base irregolare. (Le varie edizioni possono apparire in differenti periodi e il loro contenuto pu6 variare.) Se possibile, corrispondere in tedesco o inglese per una veloce risposta.

Volontari sono attualmente cercati in varie nazioni. La conoscenza del tedesco o dell-inglese può venire utile per la traduzione di una pubblicazione della NSDAP/AO su base regolare.

La NSDAP/AO pubblica dieci giornali. Su richiesta sarà mandata una copia di uno di questi giornali. (Ogni giornale contiene un elenco di libri, bandiere, spille, fascie da braccio, cassette, posters e vario materiale di propaganda ecc.) per contatti:

NSDAP/AO, P.O. Box 6414, Lincoln, NE 68506 USA. www.nazi-lauck-nsdapao.com

MICHAEL KUHNEN – IN MEMORIAM

Dieci anni fa il 10 aprile del 1991, il nostro camerata tedesco Michael Kuhnen morì.

Neanche trentaseienne, passò otto anni della sua corta vita come prigioniero politico del Regime Bonn, unicamente per aver praticato un attivismo politico non violento!

Era il più importante, sebbene controverso personaggio, leader Nazional Socialista della sua generazione. La sua guida, la sua energia ed il suo esempio ispirò i giovani ad abbracciare ed promuovere il Nazional Socialismo.

Oggi ci aspetta in Walhalla. Possa ognuno di noi essere degno abbastanza da unirsi a lui un giorno……

DIETRICH ECKART – POETA, CONSIGLIERE E MARTIRE.

Un ruolo importante.

Un ruolo speciale all’inizio del movimento Nazional-Socialista fu giocato dal poeta e drammaturco Dietrich Eckart, che venne da Neumarkt in der Oberpfalz. Si unì al Deutsche Arbeiter Partei nell’estate del 1919. Il del suo lavoro fu la traduzione in Tedesco dell’opera di Henrik Ilsen, il "Barone Gynt" , il quale fu pubblicato il 1912.

Eckart fu anche autore ed editore di svariati periodici anti-semiti; ad esempio il settimanale "Auf gut deutsch" , il quale fu pubblicato dal 1919 con l’appoggio della "Thule society" . Eckart, che scoprì Hitler nel settembre del 1919, diventò per quest’ultimo un anno e un insegnante. Egli era, con le sue vedute radicali nazionalistiche, anti-democratiche ed anti-semite, l’esempio ideologico di Hitler. Dietrich Eckart già nel 1920 era convinto che gli Ebrei dovevano essere distrutti.

Eckart si trovò nei guai quando nel 1923 il querelatore pubblico decise, durante il periodo repubblicano di Weimar di accusare lo scrittore per diffamazioni di carattere in connessione con i suoi attacchi anti-Semiti verso l’allora Reichsrasident Frudrich Ebert. Nel 12 marzo del 1923 quindi fu pubblicata un’autorizzazione di arresto per Ebert. Verso la fine di aprile diventò chiaro che la "Leipziger Vriminalpolizei" cercava seriamente Dietrich Eckart. Adolf Hitler ordinò a uomini armati del SA di fare la guardia di fronte alla sua casa ma l’arresto non fu altro che una questione di tempo.

Christian Weber, uno dei pochi amici intimi di Adolf Hitler ed uno dei primi combattenti dell’NSDAP - aveva il numero del partito 15. Aveva un amico Bruno Buchirer, il quale era affittuario della pensione Moritz, che sarebbe poi diventato Platerhof all’Obersalzberg sopra Berchtesgaden, con il quale il ricercato Dietrich Ecvart potrebbe aver avuto dimora. Il capo dello staff dell’SA Ernst Rohm, organizzò segretamente l’incospicuo trasferimento di Dietrich Ecvart a Berchtesgaden. Alcuni giorni dopo Adolf Hitler gli porse visita li. Durante la guerra nel 1941, ricordò questo primo giorno all’Obersalzberg in uno dei suoi monologhi del vespro.

"Sapevo solo che si trovava in una pensione sopra Berctesgaden. Un giorno in Aprile chiesi a mia sorella di venire con me. Le dissi che avevo un convegno con dei gentiluomini a Berchtesgaden arrivati li la lasciai mentre io e Weber proseguimmo a piedi. Ora il cammino diveniva ripido in salita e interminabile. Era solo uno stretto sentiero coperto dalla neve. _Sei diventato pazzo? gli dissi. Quella strada non finisce mai? Credi che scalerò l’Himalaya; Che sia diventato un camoscio? Buon Dio, non riuscivi a trovare un miglior posto? Se c’è ancora molta strada davanti a noi preferirei ritornare, passare la notte giù sotto e scalare la montagna domani di giorno. Lui Saremo in cima presto.Ed improvvisamente vidi dinanzi a me una cosa: la pensione Moritz. _Abbiamo delle camere prenotate li? No, ma dal momento in cui non ci sono alcune scarpe di fuori, possiamo entrare. Non è stato possibile per noi annunciare il nostro arrivo per telefono. Ci faccia vedere se Dietrich Eckart si trova li. Bussammo alle porte.

Dietrich, Wolf è qui. Aprì la porta con addosso il suo pigiama. Ci salutammo l’uno con l’altro. Era molto commosso. A che ora dovrò alzarmi domani mattina? Lui alle 7.00 sarebbe meglio. Non ho visto ancora il panorama. La mattina successiva quando mi alzai, era già giorno. Mi avvicinai al terrazzo e guardai di fuori. Ciò che vidi era meraviglioso. La vista del Unlersberg era indescrivibile. Eckart era già sceso di sotto (giù per le scale) Frau Buvhner mi sorrise amichevolmente ed Ecvart mi presentò a lui: _Questo è il mio giovane amico, Herr Wolf. Nessuno sospettava che fossi in verità il noto Adolf Hitler.

Eckart rimase li come il Dottor Hoffman. Dopo la fallita marcia sul Feldhervnballe, 9 novembre 1923. Alla quale Eckart incoraggiò Hitler a partecipare fu arrestato il giorno successivo. Grazie alla sua malattia al cuore, fu rilasciato poco prima di Natale. Nel 26 Novembre del 1923 Eckart mori all’età di 55 anni. Fu seppellito il 30 Dicembre al cimitero della montagna in Berchtesgaden. Chiunque può trovare la sua impressionante lapide li. Dopo il 1923 Adolf Hitler fece gloria al suo consigliere e amico paternale, nominandolo in pubblico, e facendolo erigere a suo nome la stanza privilegiata Dietrich Eckart per onorare la sua memoria. Nessuno era autorizzato a cambiare qualcosa in questa stanza. Fu aggiunto solo un busto del visionario poeta. Anche la Brown House in Munich fu aggiunta nella stanza. Quando nel 1938 fu sobbalzato un piano per l’innovazione ed estinzione del Plallerhof i piani prevedevano una casa con 150 camere e 300 letti gli altri edifici furono demoliti ad eccezione della camera di Dietrich Eckart che non fu toccata. Il nuovo Plallerhof sarebbe stato costruito attorno a questa camera. Eckart fu una figura chiave per l’ascensione di Adolf Hitler. In seguito fu frequentemente chiamato profeta, poiché aveva già annunciato Adolf Hitler come il futuro Fuhrer dei tedeschi all’inizio del movimento. Hitler, che si descrisse come un discepolo di Dietrich Eckart ed espresse in un omaggio a Eckart Scrisse poemi tanto belli quanto il Goethè, lo onorò come nessun altro dei suoi vecchi combattenti. Nel suo libro il "Mein Kampf" lo chiamò letteralmente un martire e gli dedicò la frase finale del suo libro: "Ed in mezzo a loro potei anche riconoscere quell’uomo".

E tra loro potrei anche considerare che l’uomo come nessun altro ha dedicato la sua vita al risveglio della sua, della nostra nazione nella (letteratura) storia, poesia ed in fine con i fatti.

INGRATITUDINE

Il capo dei vigili del fuoco è in piedi di fronte ad un palazzo in fiamme. Una donna singhiozzante dice che suo figlio è ancora dentro . gli implora di mandare uno dei suoi vigili del fuoco nell’inferno per salvare sua figlia.

Il capo dei vigili sa che è un’impresa impossibile.

Puro e semplice suicidio. Non c’è nessuna possibilità di salvare il bambino o di sopravvivere all’impresa. Proprio all’ultimo un veterano combattente del fuoco si avvicina ai due di sua propria volontà. Si fa volontario per tentare l’impossibile.

Va nell’inferno! Ma non ne fa ritorno.

Più tardi la madre andò al funerale di quel combattente del fuoco che sacrificò la sua vita nel tentativo di salvare quella del figlio. Cammina fino a giungere alla famiglia profondamente afflitta dal dolore……

Cosa farà ora? Spunta sulle loro faccie e maledice e impreca verso il combattente caduto per aver fallito nel tentativo di salvare suo figlio.

Incredibile? Non davvero.

Il combattente caduto era Adolf Hitler. L’inferno era l’invasione del comunismo in Europa. Il bambino morto era ogni vittima del comunismo. E la madre ingrata è l’Europa del dopoguerra.

Listino Prezzi

NSDAP/AO: PO Box 6414, Lincoln, NE 68506 USA www.nazi-lauck-nsdapao.com

NSDAP/AO italiana